FISIOTERAPIA E RIEDUCAZIONE FUNZIONALE
Fisio Ok
Via Canalvecchio, 10 - Bizzuno
Tel
338 2971929
Orari
Lun. - Ven.: 8:00 - 20:00

L’importanza della riabiliazione pre-operatoria

Quando viene consigliato dal medico specialista di sottoporsi ad un intervento chirurgico, il pensiero e le preoccupazioni del paziente vanno subito alle eventuali complicanze legate all’intervento chirurgico ed alle eventuali difficoltà che incontrerà nel recupero post-operatorio della parte lesa. Tali difficoltà si traducono in termini di percentuale di recupero e nei tempi di ripresa: per questo motivo il percorso riabilitativo deve tener conto delle inevitabili fasi fisiologiche.

Purtroppo si dà poca importanza alla fase di fisioterapia pre-intervento. L’obiettivo di questa fase della fisioterapia è quello di evitare un’atrofia muscolare dovuta all’immobilità post-chirurgica e di educare il paziente, insegnandogli degli esercizi che dovranno essere eseguiti durante tutto il periodo di fisioterapia. Così facendo il paziente poi non dovrà apprendere esercizi nuovi, ma riprendere quelli già eseguiti ed il percorso riabilitativo sarà più efficace e mirato.

Che cosè la riabilitazione post-operatoria?

La riabilitazione post-operatoria è un percorso fisioterapico finalizzato a raggiungere il miglior risultato possibile dopo un intervento chirurgico. Prevede una serie di esercizi riabilitativi, svolti sotto l’occhio vigile del terapista, atti a favorire il recupero completo del paziente o meglio delle sue attivitè motorie. FisioOk adotta una serie di procedure moderne e all’avanguardia.

Per cosa è indicata?

La riabilitazione post-operatoria segue una serie di tecniche specifiche, su misura per ogni paziente.

E’ particolarmente indicata per curare:

  • la spalla
  • il ginocchio
  • l’anca
  • la colonna vertebralel
  • a caviglia
  • il tendine d’Achille

Quali sono i tempi di recupero?

I tempi di recupero nella fase di riabilitazione post-operatoria variano in base a vari fattori come il tipo di intervento a cui si è stati sottoposti, la volontà e il fisico del paziente, la zona infortunata etc.

La bravura e la capacità dei nostri terapisti è quella di individuare il percorso riabilitativo migliore da intraprendere per raggiungere in minor tempo possibile risultati voluti con programmi che contemplano Terapie Manuali, Strumentali ed apparecchiature di vera riabilitazione meccanica, dai semplici strumenti di ginnastica e riabilitazione del movimento ad apparecchi complessi di terapia ed analisi presenti in questo Studio

 


IN PALESTRA

Vector

Sistema ad elastici per la rieducazione dell'arto inferiore in catena cinetica chiusa specificatamente progettato per il lavoro pliometrico in scarico gravitazionale Lavoro elastico controllato. Il lavoro effettuato utilizzando una resistenza elastica, caratterizzata da un carico progressivo e dall’assenza di inerzia iniziale, permette di compiere test ed esercizi adatti alla capacità motoria individuale, consentendo di intervenire precocemente nel recupero attivo delle grandi articolazioni

Genu PLUS

Sistema isocinetico per la valutazione e riabilitazione della funzione flessoestensoria del ginocchio. Test, riabilitazione e allenamento in modalità Concentrica, isometrica, Eccentrica, Mista e Passiva. Esercizio isotonico e idrodinamico. L’Isocinetica è una metodica utilizzata stabilmente in ambito riabilitativo per valutare ed incrementare la forza e la resistenza di gruppi muscolari in movimento. Per contrazione isocinetica si intende una contrazione in cui, con l'ausilio di specifici strumenti, il muscolo si accorcia (concentrica) o si allunga (eccentrica) a velocità angolare costante durante l'intero arco di movimento.

Walker View

Il treadmill TecnoBody è dotato di un nastro sensorizzato a celle di carico. Questa tecnologia permette la valutazione degli appoggi durante la deambulazione e, grazie alla potente interfaccia software, correggere in tempo reale i parametri dinamici. Al termine del test il sistema stampa automaticamente il report di Gait Analysis. Posta frontalmente al sistema Walker View una telecamera 3D è in grado di “digitalizzare” il vostro paziente. Questa telecamera potentissima è dotata di due ottiche: una telecamera bidimensionale ed una telecamera a raggi infrarossi.

Walker View

Il treadmill TecnoBody è dotato di un nastro sensorizzato a celle di carico. Questa tecnologia permette la valutazione degli appoggi durante la deambulazione e, grazie alla potente interfaccia software, correggere in tempo reale i parametri dinamici. Al termine del test il sistema stampa automaticamente il report di Gait Analysis. Posta frontalmente al sistema Walker View una telecamera 3D è in grado di “digitalizzare” il vostro paziente. Questa telecamera potentissima è dotata di due ottiche: una telecamera bidimensionale ed una telecamera a raggi infrarossi.

Riatletizzazione in campo e su sabbia

L’obiettivo finale della riabilitazione è il completo recupero del gesto atletico. Per qualsiasi patologia il fine riabilitativo è quello di recuperare le qualità psiconeuromotorie che caratterizzano i gesti complessi che vengono eseguiti durante la vita di tutti i giorni è nello sport.

Questa necessità è coerente con le più moderne tendenze riabilitative che curano più gli aspetti di controllo neuro-motorio e propriocettivo, rispetto a quelli legati alla forza e alla potenza muscolare, che in ogni caso devono essere curati e recuperati.

Per questo alla fine di ogni ciclo terapeutico aiutiamo i nostri pazienti a verificare in campo il loro stato; nel nostro Studio un fisioterapista specializzato in area dedicata all’aperto, su erba e su sabbia, accompagna gli atleti a recuperare integralmente il gesto atletico evitando inutili errori che potrebbero pregiudicare la guarigione completa.

In piscina - idrochinesiterapia

L’idrochinesiterapia rappresenta la metodica di massima e migliore integrazione tra le proprietà fisiche dell’acqua e terapeutiche del movimento. L’acqua favorisce in modo determinante l’esecuzione di esercizi di mobilizzazione attiva e passiva, grazie alle sue proprietà fisicobiologiche.

La caratteristica principale è il manifestarsi dell’azione antigravitaria secondo la legge di Archimede (un corpo immerso in un liquido riceve una spinta verso l’alto pari al peso del volume del liquido spostato), che determina l’effetto di alleggerimento del corpo immerso.

L’acqua sostiene gran parte del peso del corpo favorendo l’esecuzione dei movimenti con un corretto lavoro muscolare anche in condizioni di ridotto tono-trofismo e di difficoltà di carico. Per questo motivo un muscolo che ha forza ridotta e non consente un corretto lavoro può realizzare in acqua diversi movimenti.

La riduzione del peso corporeo che si ottiene in acqua permette inoltre di eliminare il dolore dovuto al carico e di iniziare precocemente la riabilitazione laddove esistono limiti al carico post intervento chirurgico.

La riabilitazione in acqua consente una più precoce attivazione del lavoro riabilitativo in totale sicurezza con effetti benefici su.